domenica 27 marzo 2016

AUGURI A CHIUNQUE SIA L'ALTRO DI QUALCUNO



Cari Amici, rivolgiamo a voi e a noi tutti un Augurio di Vita che parta dal pensiero emotivo, quello che chiamiamo poeticamente “cuore” e che ha da precedere e filtrare le azioni. 
L’augurio è esteso anche  a quanti oggi non possono santificare né questo né altri giorni dal momento che il loro alito di Vita si è prematuramente dissolto nella assurdità di un momento tragico. 
Ci auguriamo -  in maniera umile, non onnipotente - unicamente un tratto temporale di serenità storica globale e locale che ci aiuti a riflettere, a collaborare, a mentalizzare i cambiamenti epocali di cui siamo perplessi e spaventati testimoni. 
Questa serenità di Adulta presenza può e deve portarci ad isolare sempre più quanto di più non OK è dentro  di noi e intorno a noi. Tra i fotografi si usa augurarsi prima degli scatti “Buona luce!”. Che Buona Luce sia. (a.m.) 

Nessun commento:

Posta un commento

Che cosa è un CPIA -PES per la cultura italiana? STORIE DI TRASFORMAZIONE E MIGRAZIONI. (2)

Narrarsi e narrare. All'articolo (1) fa seguito il concreto: narrare esempi di vita che sono romanzi o potenziali script per un fil...