lunedì 20 febbraio 2012

Elogio della Follia 12. Complimenti al Celenteratus Molleggiatus !


Una istantanea del Celenteratus molleggiatus scattata a Sanremo
Io che avrei ancora tante cose da dire non sono mai chiamato in TV e solo Dio sa come mi farebbe comodo arrotondare la mia pensioncina, non proprio da deputato, che ammonta a pochi vecchi fiorini (scusate se non so fare il cambio in euro)... Sono anni che si parla del Signor...come si chiama? ......Celenterato, anzi Celenteratus Molleggiatus (acc...che scherzi fa la mia memoria di Vecchio!). Ogni volta che lo richiamano in Televisione è un gran clamore prima, durante e dopo. A Sanremo ancora peggio.
Ho provato ad ascoltarLa, Ill.mo Chiarissimo preclaro signor Celenterato Molleggiato, ma non ce l'ho fatta, e, da vetusto olandese, mi sono addormentato. Comunque, pur nel sopore del detto e non-detto, non capisco perchè si affannino ancora a chiamarla in tv, scomodandola da quella residenza geriatrica dal buffo nome ("Clan"?!?) ove vive e canta. Ammetto: sicuramente lei ha una bella voce e sa cantare. Lo so anche dalla Radio. Si sa che la voce è l'ultima ad invecchiare (si veda per esempio la Signora Vanoni che quando canta fa dimenticare di essere arrivata sul set con deambulazione incerta). No, no, parlo delle cose che lei dice o crede di dire tra tanti silenzi. Quei silenzi appena rotti da sorsi di acqua e da forzose marce, non suggeriscono pause di elaborazione ma sanno dii OFF cerebrali (ah, anche io ne ho ogni tanto e vado per i cinquecento anni...! ma lei,  lei  ne ha solo 74 di anni). I suoi pensieri, ci scusi la franchezza, sembrano transenne di strade bloccate pur ergendosi a pilastri di saggezza . Talora - prima che crollassi nel sonno riparatore - mi parvero isole slegate, talora iceberg vaganti. Nel nulla oceanico.
Mi dicono anche che la pagano bene, anzi tantissimo. Buon per Lei, male per noi. Boh! chi li capisce gli Italiani! hanno dei cervelli eccelsi più del resto d'Europa ma li confinano nell'Oblio per dare spazio a chi dell'Oblio si potrebbe solo avvantaggiare. Altro che Sanremo! Lei potrebbe ben figurare in altre e più rilevanti trasmissioni "culturali": p.e. il Grande Fratello o l'Isola dei Famosi. Saluti geriatrici, Erasmo (sempre da Rotterdam)

domenica 19 febbraio 2012

NARCISISTI MEDIATICI E "ON THE ROAD"

ORGANIZZAZIONI MARGINALI: seminario clinico alla Università di Bari

Bari. In data 18 Febbraio 2012, nella suggestiva aula "Aldo Moro" presso la Facoltà di Giurisprudenza, come programmato, si è tenuto il seminario clinico SIEB (ad accesso gratuito previa iscrizione a mezzo posta elettronica) sul tema di rilevante interesse psicologico e psichiatrico delle Organizzazioni Marginali: in pratica si è parlato di Disturbi di Personalità secondo il DSM ed in particolare di quello Borderline e Narcisistico, della loro breve storia e collocazione nosografica, della sintomatologia, e del trattamento. In qualità di chairperson  la prof. Angela Mongelli (sociologa cattedratica) ha stigmatizzato come i disturbi narcisistici siano aumentati e amplificati in virtù dei processi mediatici e globalizzanti ma anche per la impronta iperconsumistica della nostra società che vede l'individualismo prevalere in ogni campo. Presenti al tavolo il dr. Giuseppe Caracciolo (psichiatra e analista transazionale, vice-presidente del SIEB Italia), la prof. Annarita Carone del Dipartimento di Neuroscienze dell'UniBa - con cui l'Istituto SIEB collabora in convenzione, il dr. Paolo Miglionico (presidente del SIEB Spagna). Ai lavori coinvolgenti e alla discussione proficua hanno partecipato studenti e specializzandi universitari nonché corsisti SIEB. Ha condotto l'argomento il prof. Achille Miglionico il quale ha scritto sull'argomento clinico e psicodinamico articoli e volumi nel decennio di ricerca 1990-2000. E' stato proiettato anche un filmato dell'Istituto sull'argomento che ha destato l'interesse del pubblico, il quale al termine dei lavori non ha celato la propria soddisfazione per la efficacia comunicativa e scientifica dell'incontro. (Tina Ardito)










lunedì 13 febbraio 2012

Nuovi incontri SIEB a Bari

Bari. L' Istituto SIEB, dopo il successo del Seminario clinico sui sogni tenuto presso il Policlinico della Università di Bari, ha realizzato  Sabato 11 Febbraio 2012, presso una delle sale dell'Hotel Rondò in via De Gasperi, il Corso introduttivo alla analisi transazionale denominato "101" e incentrato sulla Comunicazione berniana.  Vi hanno partecipato studenti (sia liceali che universitari), medici e psicologi, counsellor in formazione e già titolati, psicoterapeuti, operatori sanitari ecc.: malgrado il sabotaggio del maltempo (che ha costretto a casa alcuni iscritti, p.e. a Potenza bloccata dalle nevi), il pubblico ha sentenziato l'ennesimo successo. Presenti al Corso la prof. Angela Mongelli (sociologa) dell'Università di Bari,  la prof. Annarita Carone del Dipartimento di Neuroscienze (con il quale il SIEB è in convenzione scientifica e culturale), il dr. Paolo Miglionico, presidente del SIEB Spagna, il quale ha introdotto i lavori. Ha condotto l'incontro di otto ore il didatta dr. Achille Miglionico il quale con l'ausilio di proiezioni ( e di un apprezzato filmato) ha descritto il corpus teoricopratico della analisi transazionale e le teorie della comunicazione più accreditate (Gregory Bateson e la Scuola di Palo Alto, la Scuola berniana). La professoressa Carone ha concluso i lavori con una efficace riflessione "parallela" sul ciclo di sviluppo di Pamela  Levin, premio Eric Berne 1984. (Vitantonio Lobascio)







Il prossimo incontro clinico si terrà a Bari, presso l' Aula Magna di Giurisprudenza, sabato prossimo 18 Febbraio p.v. dalle ore 8.30 (si prega puntualità) alle ore 13.30 ed avrà per argomento le sindromi marginali (disturbo borderline di personalità e disturbo narcisistico di personalità). Ingresso gratuito previa iscrizione a sieb96@libero.it 

Elogio della Follia 11: NOTIZIE CORRONO ed io scappo




Quante notizie corrono nel vostro mondo (che ora, data la mia immortalità da Highlander, è anche il mio)! Come fate a non impazzire (se non lo siete già)? Mi ricordo che io ero morto da poco (1536, se ricordo bene) e pochi anni dopo, nel 1571 avveniva l'epico scontro tra Occidente coalizzato e Islam ("Mamma, li Turki!", si diceva fino a poco tempo fa, prima che inventaste il "politicamente corretto"). Sì a Lepanto che scontro navale! la coalizione cristiana fece fuori la flotta ottomana e morì persino il sultano.  Uno dei più famosi partecipanti alla battaglia fu lo scrittore spagnolo Miguel de Cervantes, che venne ferito e perse l'uso della mano sinistra...Se l'Europa avesse perso la sua "cristianità", oggi il Papa vivrebbe magari in Messico. Acc...sto divagando come un vecchio che non trova più il filo del discorso...Volevo solo dire che la notizia della vittoria di Lepanto per fare il giro delle corti reali d'Europa ci mise molto più  di un mese. Oggigiorno le notizie vostre arrivano pure prima che le cose accadano (le chiamate "bufale"): l'attore Keanu Reeves morto? Ma è un falso. Whitney Houston morta? Purtroppo sì. Crisi greca, rivolte islamiche (caschi blu in Siria?), naufragio della Costa, calcio reso criminale, processo Eternit, Parmalat, Celentano si-Celentano no a Sanremo (ma chissenefrega...),  nevica in Italia come in una nuova glaciazione (il metano basterà? intanto un cinghiale attacca un mezzo di soccorso), Ruby e le feste di "Silvio" (ancoooooraa...), la guerra di spie tra Iran e forse Israele, Obama fa i complimenti al premier Monti e tutti stringiamo la cinghia sino a lesionare visceri, ... BASTAAAA, non ci sono abituato io. E voi? come fate a sostenere l'overdose di informazione? e, come se non vi bastasse, ci fate pure commenti oziosi e faziosi. Non sopporto più Porta a Porta, La Muzika è cambiata (non mi sembra), Matrix & Co. Aiuto. Gulp. Mi sento schiacciato come una rana. Sempre da Rotterdam. (erasmo da rotterdam)




Il VUOTO-PIENO LASCIATO DA STAN LEE

Il 12 novembre - inCULTURA ha partecipato la notizia - è improvvisamente venuto a mancare Stan Lee e il cordoglio si è ...