mercoledì 24 settembre 2008

“L'amante”. ABRAHAM YEHOSHUA

Un filo conduttore che parte da Camus, passa per Kafka, arriva a Pirandello, evidenzia la cifra stilistica e poetica di uno tra i più noti scrittori contemporanei israeliani: A. Yehoshua .Inizialmente l' autore si scosta dalla tradizione ebraica tout court attraverso una poetica del grottesco e del simbolico. La svolta avverrà quando Yehoshua incomincia a guardare con interesse crescente alla realtà della sua Israele, ai suoi conflitti culturali e politici. Il drammatico destino di due popoli in guerra, passerà attraverso il tema della famiglia, tanto caro a Yehoshua e si dipanerà in quella delicatissima, non invadente, fluida narrazione del suo capolavoro: “L'amante”. In un piccolo centro israeliano, Haifa, dove tutti si conoscono come in una grande famiglia, scompare improvvisamente un giovane francese, Gabriel, l' amante, appunto, di Asya moglie di un ricco israeliano proprietario di una officina. Su tutto questo aleggia la guerra del Kippur che va ad intrecciarsi con le paure, i suoi orrori, i suoi dubbi nel tessuto famigliare. Il romanzo scorre veloce rimandandoci un caleidoscopio di immagini, considerazioni su due culture così lontane ma, per molti aspetti, così vicine. I protagonisti raccontando si raccontano evidenziando così i pregiudizi, le speranze, i desideri mai realizzati che qualche volta sfociano nell' affetto, nella ricerca della più profonda essenza umana. ed è per questo che tutto può diventare poesia. (N.L. Ardito)


Abraham "Boolie" Yehoshua
e drammaturgo israeliano che vive ad Haifa nella cui università insegna Letteratura comparata
e Letteratura ebraica. Si è laureato in Letteratura ebraica e Filosofia all'Università Ebraica di
Gerusalemme, dopo aver studiato alla scuola Tikhonaim. Ha avuto incarichi come professore
esterno nelle Università di Harvard, Chicago e Princeton. E’ stato esponente del Partito
Laburista.
Ha vissuto a Parigi per quattro anni, dal 1963 al 1967 e lì ha insegnato. Inizialmente autore di
racconti e opere teatrali, ha conosciuto il successo coi suoi romanzi ed attualmente è lo scrittore israeliano
più noto. Cominciò a pubblicare le sue prime opere subito dopo aver concluso il servizio di leva militare, e
rientra nel Nuovo Movimento degli scrittori israeliani (in inglese
tradotte in 22 lingue. In Italia è stato scoperto dalla Casa editrice Giuntina per poi essere pubblicato da
Einaudi. Il suo libro più famoso – considerato il suo capolavoro - è
(ebraico: הרבא 2 עשוהי .ב ; Gerusalemme, 1936) è uno scrittoreIsraeli New Wave). Le sue opere sono stateL’amante (1977).

Il VUOTO-PIENO LASCIATO DA STAN LEE

Il 12 novembre - inCULTURA ha partecipato la notizia - è improvvisamente venuto a mancare Stan Lee e il cordoglio si è ...