mercoledì 22 settembre 2021

#22SETTEMBRE: due eventi storici

 







Nessun giorno è uguale all’altro, il che vale anche per la Storia. 



Apprendiamo da RaiStoria - canale autorevolissimo di cultura “dialogata” e non calata dall’alto - che il 22 Settembre presenta almeno due finestre di riflessione:




1. L’Eccidio di Cefalonia (1943) che fa seguito al più famoso 8 Settembre. Un crimine di guerra perpetrato dalla Whermacht tedesca che uccise migliaia di prigionieri e feriti italiani INERMI dopo la resistenza in combattimento attuata dalla Divisione Acqui (e altri contingenti della Regia Marina e dei Carabinieri). Un fatto orribile che rappresenta insieme un martirio e il primo atto della Resistenza armata al nazifascismo. L’orrore aumenta se si pensa che recentemente un tribunale tedesco ha archiviato il caso a carico di un sopravvissuto ufficiale tedesco in quanto gli italiani si erano comportati da “traditori” (!). Chiamare i feriti tra i cadaveri, promettendo loro la prigionia, e sparare loro con un colpo di pistola alle tempie CHE COSA E? Non è neanche un atto deprecabile di guerra.



2. Nel 1949 - sempre il 22 Settembre - si passava alla atrocità più subdola della Guerra Fredda in quanto l’URSS (la Russia sovietica per i più giovani) faceva esplodere la prima atomica inaugurando quella stagione (mai finita realmente) di deterrenza reciproca. In realtà il primo "esperimento" sovietico di bomba a fissione nucleare era del 29 Agosto ma la semiufficialità della notizia è di Settembre (non fu mai ammessa dal Cremlino dalle bocche cucite dal regime). 

Di disarmo nucleare reale (e non di trattati di non-proliferazione delle armi nucleari), si cominciò a dibattere nei fatti solo dopo la Caduta del Muro di Berlino (1989) ed il crollo geopolitico dell'URSS. Forse ne parleremo in via definitiva solo nel 2022 (a pandemia COVID conclusa speriamo).


La Guerra Fredda, cominciata quindi nel 1949, ebbe un acme visibile con la Crisi dei missili di Cuba (16 - 28 ottobre 1962 ), quando il mondo sfiorò il primo grande abissodi una guerra nucleare.
La Guerra Fredda continuò nel mondo per anni (ma è mai cessata?): a tratti la "fredda" si trasformava in "calda", cioè in conflitti delocalizzati di tipo convenzionale: guerra di Corea poi Vietnam. Qui nascono i primi veri e organizzati movimenti pacifisti: possiamo dire che dal 1965 con l'escalation bellica del Vietnam. Da tali movimenti per lo più giovanili emergerà la contestazione ed i fatti del 1968. Ma questa è un'altra Storia. (am)









Nessun commento:

Posta un commento

A Corato i morti ballano sui muri. Intervista all'artista Clelia Catalano #streetart #art #arte #murales #cleliacatalano #versosud #festival #corato

A Corato i morti ballano sui muri. Intervista all'artista Clelia Catalano Nella cittadina pugliese il festival Verso Sud ha organizzato ...