mercoledì 2 settembre 2015

PUGLIA PUGLIAA PUGLIAAA (Caparezza dicit)





L'archeologa Eva Degl'Innocenti, 39 anni, di Pistoia, è il nuovo direttore del Museo archeologico nazionale di Taranto (MArTA), su nomina del ministro Dario Franceschini. Degl'Innocenti si è laureata a Pisa in Conservazione di beni culturali, indirizzo archeologico, dove ha frequentato anche la Scuola di Specializzazione di Archeologia.

Ofanto e ponte romano di Canosa
    Con lei, cui auguriamo sereno e costruttivo lavoro di rilancio turistico, crediamo in una Puglia non più fanalino di coda (come nel SSN) ma traino di una ripresa culturale ed economica. Perché questa Puglia, così mal gestita, ha preistoria e storia, arte e culinaria tra le migliori e potrebbe vivere e far vivere con il turismo, l'unica industria che non inquina e valorizza l'ambiente. I paesaggi marini e murgiani, gli itinerari della transumanza con gli iazzi, le masserie fortificate e le torri saracene, la rete di castelli federiciani, le chiese rupestri e ipogee, la rete di cattedrali romanico-pugliesi (ma in Puglia è rappresentato anche il romanico-pisano!), il barocco leccese. E di preistorico? dalla Venere di Parabita al femore di Neardenthal della grotta di Santa Croce in Bisceglie (sparito), dal megalitismo del Bronzo (Dolmen e Menhir) ai ripostigli di Bronzo disseminati.
Come non citare il Museo Jatta la cui collezione di pezzi attici è seconda solo al museo di Atene? Come non ricordare che lo stile canosino della ceramica e lo stile Egnatia sono punti di riferimento della archeologia mondiale?
Bene, partiamo. Ci guidasse nella rinascita e crescita proprio il MArTA che ebbe già a folgorare il mondo con la esposizione degli "Ori di Taranto", tanti anni fa. Troppi. (a.m.)

Museo di Taranto (tutte foto am)
La Sirena fissa l'Adriatico

Turenum (Trani) sulla Tavola di Peutinger: copia medioevale di grande carta stradale dell'Impero romano risalente al II-IV sec. d.C.

Via Appia (in rosso) e Via Traiana (blu)

Cattedrale di Trani


Dolmen della Chianca (Bisceglie) risalente al Bronzo

Dolmen di Cisternino-Montalbano

Iazzo murgiano verso Spinazzola




Tempio di Giano, interno (Trani)






Nessun commento:

Posta un commento

#CROLLO #PONTE #GENOVA UNA VOLTA L'ITALIA ERA UNITA DINANZI ALLE TRAGEDIE...

Prima di tutto un plauso ed un ringraziamento  ai professionisti e no che lavorano da ieri ininterrottamente per salvare il salvabile ...