martedì 20 dicembre 2011

"SOGNO O SON DESTO?": seminario clinico SIEB al Dip. di Neuroscienze della UniBA

Sabato 17 Dicembre 2011. Con grande successo di partecipazione attiva, si è svolto, presso l'aula di Psichiatria dell'Università di Bari - con cui il SIEB è convenzionato culturalmente -  il seminario di otto ore sul tema "SOGNO O SON DESTO?": formazione e decifrazione dei processi ipnici e onirici. Il seminario era rivolto a medici specializzandi in psichiatria, neuropsichiatria infantile, neurologia, studenti del corso di laurea per  tecnici della riabilitazione psichiatrica, educatori professionali; psicologi in formazione e tirocinio ecc. e si propone di illustrare, tra sonno e sogno, il possibile lavoro psicodrammatico e/o interpretativo nel setting di psicoterapia. Ha introdotto i lavori il dr. Saverio Papagni, neurologo e psicoterapeuta (SIEB). Ha fatto seguito la illuminante lezione introduttiva della prof. Anna Rita Carone (psicologo docente della Un. di Bari e referente universitaria della convenzione tra istituto SIEB e UniBa). Quindi il dr. Achille Miglionico (SIEB), il conduttore del seminario, ha affrontato e sviluppato i temi, partendo da un originale excursus storico-antropologico culminato nella ricerca freudiana e post-freudiana; il linguaggio del sogno, al di là della interpretazione popolare di sapore cabalistico, è stato ricondotto alla visione sempre attuale di "via regia all'inconscio", è stato accostato al linguaggio analogico della informatica, tratteggiandone grandezze e limiti sintattici; si è affrontato il processo di deformazione onirica e come riavvicinarsi al contenuto latente del sogno, che rimane un messaggio di sé a se stessi di grande valore elaborativo in termini autoterapeutici, esistenziali e copionali (in senso prospettico junghiano e berniano). L'uditorio è stato condotto gradualmente alla comprensione dell'apparentemente incomprensibile.  Delineati i processatori dell'inconscio (spostamento, condensazione e simbolizzazione), ci si è soffermati sulla importanza dei simboli nell'uomo, il che ha improntato ogni produzione mitologica ed artistica di ogni tempo e luogo.



    Nodale e coinvolgente, ai fini della narrazione attraverso simboli, è stata la proiezione del corto Un chien andalou (1929) di Luis Buñuel e Salvador Dalì, il film più significativo del cinema surrealista. Nel pomeriggio i lavori, introdotti dalla psicoterapeuta spagnola dr. Neus Lopez Calatayud, sono proseguiti con una serie di sogni di clienti odierni attraverso i quali il dr. Achille Miglionico ha illustrato le tecniche di lavoro sui sogni in setting psicoterapeutico. 
La serie dei seminari clinici organizzati dal SIEB in ambito universitario barese proseguirà sabato 18 febbraio 2012 con un incontro di otto ore su: "Organizzazioni marginali: problemi di diagnosi e trattamento". (m.m.)






Nessun commento:

Posta un commento

#CROLLO #PONTE #GENOVA UNA VOLTA L'ITALIA ERA UNITA DINANZI ALLE TRAGEDIE...

Prima di tutto un plauso ed un ringraziamento  ai professionisti e no che lavorano da ieri ininterrottamente per salvare il salvabile ...