giovedì 24 agosto 2017

BOTERO, Complesso del Vittoriano, Roma



Roma ospita, nel Complesso del Vittoriano, (Ala Brasini) una esauriente mostra sul Maestro Botero che sta andando al di là delle date previste,  per il successo stabile di pubblico: trattasi della prima retrospettiva dedicata all'opera dell'artista 85enne di origini colombiane (anni 1958-2016). La dimensione oniroide, fabulistica (come ci abitua l'arte e la letteratura) travolge nell'estasi nostalgica e nella serenità armoniosa delle forme umane. Ben organizzata ed imperdibile. (am)


"Il problema è determinare la fonte del piacere quando si guarda un dipinto. Per me il piacere viene dall'esaltazione della vita, che esprime la sensualità delle forme. Per questa ragione il mio problema formale è creare sensualità attraverso le forme", scrive Botero.








Nessun commento:

Posta un commento

Che cosa è un CPIA -PES per la cultura italiana? STORIE DI TRASFORMAZIONE E MIGRAZIONI. (2)

Narrarsi e narrare. All'articolo (1) fa seguito il concreto: narrare esempi di vita che sono romanzi o potenziali script per un fil...